Carissimi,

sono attaccato al telefono da diverse ore, controllo tutti i servizi televisivi, chiamo più e più volte la protezione civile e non riesco a sapere se il mio amico Daniele e la sua famiglia, con il suo bel ristorante posizionato accanto alla chiesa di S. Agostino ad Amatrice, sta bene oppure no!
Vorrei fare qualcosa, subito, come tutti noi. Allora chiamo l’ospedale per sapere se posso donare un po’ di sangue, ma il “betabloccante” me lo impedisce.

Una settimana fa ero lì con Daniele, il quale, contento per la bella stagione lavorativa mi informava che il 28 si sarebbero celebrati con una piccola sagra i 50 anni della festa degli spaghetti all’amatriciana e mi invitava a tornare a trovarlo, mi è venuto in mente allora di organizzare io una mini sagra degli spaghetti amatriciana per stare accanto a loro che ci tenevano tanto. Poi abbiamo scherzato su chi fosse più bravo a fare questo piatto e ci siamo dati appuntamento, se non prima, a quest’inverno. Chissà se potrò mai tornare da lui?

Il giorno sabato 10 settembre dunque ci vediamo a Spagliagrano alle ore 18 per celebrare una messa in memoria dei defunti del terremoto e per mangiare insieme un piatto di spaghetti all’amatriciana: Tutto per raccogliere fondi per i nostri fratelli terremotati. Si partecipa con 20€ di offerta.

Il vostro parroco Don Giuliano