“Stringendovi a Cristo, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio,  anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio”.

 “Così dunque voi non siete più stranieri né ospiti, ma siete concittadini dei santi e familiari di Dio, edificati sopra il fondamento degli apostoli e dei profeti, e avendo come pietra angolare lo stesso Cristo Gesù. In lui ogni costruzione cresce ben ordinata per essere tempio santo nel Signore; in lui anche voi insieme con gli altri venite edificati per diventare dimora di Dio per mezzo dello Spirito”.

O Signore, noi tuoi servi, uniti nel nome tuo, stiamo in quest’ora alla tua presenza.

Per la grande opera immensa e meravigliosa, compiuta tra di noi, ti rendiamo grazie e ti lodiamo incessantemente nella tua Chiesa, riscattata dal sangue prezioso del tuo Cristo, presente in questa chiesa e in tutte le chiese del mondo.

Ti presentiamo la nostra lode nel segno dell’Unità, per cui pregò e soffri S. Caterina da Siena, paladina del ritorno del Pontefice Romano Avignone, in Francia a S. Pietro in Vaticano, sua sede ufficiale. Ella interceda per noi, perché diventiamo costruttori di unità nella Chiesa e fori dalla Chiesa, perché il simbolo di una chiesa parrocchiale funzionante in mezzo a noi, sia vero ed efficace

Rispondiamo con il canto, la gloria, la confessione e l’adorazione al tuo nome vivo, santo, vivificante, ora e sempre nei secoli.

 

PREGHIERA DEI FEDELI

A Dio, nostro Padre, che vuole riunire i popoli nella sua Chiesa, rivolgiamo con fiducia la nostra unanime preghiera.
[R] Raduna in una sola famiglia tutte le genti.

Signore, nostro Dio, che ci chiami all’unità, fa’ che animati da un solo Spirito, percorriamo insieme (tutte le comunità della nostra zona pastorale) l’unica via della salvezza: Preghiamo  [R.]

Signore, nostro Dio, fa’ del tuo popolo santo un segno privilegiato della tua presenza in mezzo agli uomini, in unità con Papa Francesco e il Vescovo Benedetto: Preghiamo  [R.]

Signore, nostro Dio, fa’ che mediante il suono delle campane ci sentiamo invitati alla celebrazione dell’Eucaristia e a partecipare alle gioie e ai dolori del prossimo, per una più autentica solidarietà fraterna e unità profonda fra tutti noi. Preghiamo  [R.]

Signore, nostro Dio, che oggi riempi di santa letizia la nostra assemblea riunita nel tuo nome, fa’ che annunzi ai fratelli il mistero del tuo amore: Preghiamo  [R.]

Vescovo: Padre Santo, tu che effondi nei nostri cuori lo Spirito nel quale gridiamo: “Abbà, Padre!”, esaudisci la preghiera dei tuoi figli che riconoscono la tua bontà infinita.

Per Cristo nostro Signore

Tutti: Amen